ROAD TO MADRID

Marzo 2021: Trasferimento a Madrid!

Ufficiale da marzo 2021 il trasferimento a Madrid reso possibile sfruttando l’opportunità lavorativa dell’azienda “Playtomic”, leader mondiale nel campo delle prenotazioni online dei campi sportivi. La cultura spagnola del padel è rinomata in tutto il mondo per l’esperienza degli allenatori e l’attività dei giocatori top del ranking mondiale. Una coraggiosa scelta di vita per la mancina che sfrutta l’occasione per dedicarsi nel migliore dei modi al padel e così da poter competere nei tornei del World Padel Tour.

La stagione dei tornei inizierà ad aprile con il primo World Padel Tour proprio a Madrid.

Al via la nuova avventura madrilena per Carolina che indubbiamente approfitterà della situazione per giocare quanto più possibile e per raggiungere gli obiettivi prefissati, ovvero ottenere risultati importanti nei tornei internazionali e salire in classifica mondiale.

Puedes?

Dal 25 maggio si sono riaperte le “frontiere”: il padel è tornato!

Dopo quasi 80 giorni di attesa, siamo tornati a giocare il nostro sport. Nel primo periodo, dal 4 al 18 maggio, solo gli atleti classificati prima e seconda categoria potevano allenarsi singolarmente, dal 25 maggio, via per tutti con riapertura dei centri sportivi e possibilità di giocare le partite.

E’ inutile dire quanto desiderato fosse questo momento. Per gli amatori, i giocatori e gli insegnanti è tornato il sorriso e la possibilità di giocare. La nostra macchina sportiva è ripartita ufficialmente.

E’ difficile dire quanti di noi abbiano vissuto un così lungo periodo di “stop”, sicuramente lo possiamo dire di coloro che hanno avuto infortuni gravi durante l’attività sportiva. Essi hanno ben impresso il concetto di “stop” e potranno dirci: “ora sapete come ci si sente!”. Ovviamente non è assolutamente paragonabile la sensazione, l’esperienza, poiché, in questo periodo paradossale, nessuno ha smesso di giocare per un infortunio, siamo stati bloccati da una pandemia. Una pandemia che ha fermato tutto, ha rivoluzionato le nostre abitudini e i nostri modi di vivere.

Infatti oggi andando a giocare, dobbiamo necessariamente rispettare le misure igieniche alle quali magari 3 mesi fa, nemmeno ci facevamo caso. Dal lavarsi le mani e sanificare i nostri oggetti personali con maggior frequenza, al cambiare continuamente l’overgrip della nostra racchetta. Anche il ricordarsi di portare sempre con noi i vari guantini, mascherina e gel disinfettante. Sembrano banalità, ma io nel borsone non ho mai avuto ne dei guantini, ne una mascherina ne il gel disinfettante, quest’ultimo forse, scavando, lo trovo nella borsa da sera. Ecco qui, la differenza di concetto: il gel igienizzante, lo porto nella mia borsa da sera, perché qualora dovessi, per caso, toccare oggetti o superfici non idealmente puliti, mi sporcherei le mani, e allora, con la mia boccetta di gel, probabilmente scaduta, le igienizzo e le pulisco. Adesso il concetto cambia: mi igienizzo le mani perché potrebbero essere veicoli del virus. Un concetto totalmente nuovo, è una condizione di necessità con la quale stiamo iniziando a convivere senza però, cadere nel maniacale chiaramente. Intendo dire che se per esempio, andassimo a cena in un ristorante, potrebbe diventare un incubo se:

Prendo le posate e inizio a pensare:

“Ma le avranno disinfettate?”

“Chi le ha usate prima di me?”

“Se adesso le prendo e le poggio sul tavolo, il tavolo non è pulito, mi prendo il virus e torno in quarantena!”

Se vado a pagare in cassa e inizio a pensare:

  • “Se pago con la carta di credito e il responsabile la tocca, senza guantino, la dovrò sicuramente disinfettare, ma così magari non funziona più!”
  • Se pago con i contanti? non penso nient altro, mi richiudo dentro casa direttamente.

Pensieri del genere sono normali lo so, ma anche destabilizzanti, per cui non facciamoci prendere dall’ansia, rispettiamo le semplici direttive e tutto andrà bene.

Arriviamo al campo con le dovute accortezze, mascherina, guantini, gel, overgrip pulito, rimanendo a distanza, tiriamo “due pallate” e divertiamoci.

Buona ripresa e Buon Padel a Tutti!

Io ho ricominciato così…

Carolina Orsi

Racket Room

Anche se lo sport è in un periodo di stallo, il Team di Prenotauncampo ha deciso di non fermarsi e con la rubrica Live Instagram, “Racket Room” intervisterà i personaggi protagonisti del mondo degli sport di racchetta.

Segui Carolina su Instagram – Intervistatrice Ufficiale del Team

Le dirette sono sul canale Instagram di Prenotauncampo.

Gli appuntamenti sono il Mercoledì e il Sabato alle ore 18.00.

Tra i nostri intervistati:

  • Sara D’Ambrogio: Ex tennista e Beach tennista, oggi giocatrice numero 5 d’Italia e selezionatrice della Nazionale Juniores Femminile.
  • Mr Padel Paddle: il Blogger del Padel italiano più famoso.
  • Claudia Cascella: ex tennista e oggi un punto fisso per il padel del Sud Italia.
  • Giovanni Derosas: Coach di Padel e Testimonial Bullpadel e Pascal Box.
  • Alessia La Monaca: Giocatrice e Istruttrice di Padel.
  • Ariel Mogni: Maestro Nazionale di Padel.

Claudia Cascella
Sara D’Ambrogio

Today Is Another Day

Sarebbe bello se ci fosse veramente un pesce d’aprile. Oggi è un altro giorno, come ieri, come domani. Tanto per filosofeggiare, l’avremmo detto comunque, anche se non fossimo in quarantena. E’ vero non abbiamo più, temporaneamente, gli obiettivi e le attività di prima però possiamo sfruttare il nostro tempo e la nostra noia creandoci delle alternative.

“Un guerriero approfitta di qualsiasi attività per imparare”

Citazione dal libro di Paulo Coelho, Manuale del Guerriero della luce

Credo che in questo momento l’unica cosa che possa pienamente soddisfarci sia completare noi stessi: vi ricordate nei giochi della playstation o di qualsiasi altra console (ci giocavo da piccola con mio fratello, ma tutt’ora non disdegno), c’era il famoso gioco di calcio “Pro Evolution Soccer” con i giocatori che avevano tutte le loro abilità, visibili tramite una barretta di energia. Quindi il tiro, il passaggio, il tackle e altri, erano ad un livello della barretta, che aumentava o meno, in base a quanto si allenava il giocatore. Ecco, immaginiamoci come “i giocatori di Pro” con delle barrette di energia. Ognuno ha le proprie abilità personali che dovrà allenare. Prendete carta e penna oppure aprite Word o Power Point sul computer e cominciate ad elencare le vostre abilità e conoscenze. Datevi delle scadenze e degli obiettivi nuovi, oppure ripescate nelle note del telefono o nei post-it in camera le cose che vi eravate promessi fare.

” Non c’è cosa in questo mondo che non abbia una qualche attrattiva “

Citazione dal film Intervista col Vampiro

Abilità? Ecco come uso carte… provate!

Mai dimenticarsi delle abilità tecnico-sportive:

Ovviamente divertitevi con il Padel homemade!

Carolina Orsi

#17 Giorno di Quarantena

Il numero della sfortuna? Superstizione o no, siamo al diciassettesimo giorno di quarantena. Non ho mai creduto alla sfortuna di questo numero, nonostante l’influenza convenzionale di tale credenza sia molto forte. Pensandoci il 17 è costante nella nostra giornata. “Ci vediamo alle 17?”, sarà sicuramente un pessimo appuntamento. “Domani festeggio il mio diciassettesimo compleanno!”, avrai sicuramente un anno di sfighe. Ma allora: “in ogni giorno c’è la diciassettesima ora”: probabilmente staremo dormendo, ma da qualche parte nel mondo qualcuno subirà una danno eclatante. “In ogni ora c’è il diciassettesimo minuto”: le cose iniziano a complicarsi. “In ogni minuto c’è il diciassettesimo secondo”, insomma è ovunque! Spesso ci soffermiamo sulle cose che ci succedono e attribuiamo loro un significato simbolico per dare un senso. Quando, in realtà, quello che ci succede è frutto delle nostre azioni o di quelle di qualcun altro. Logico? Probabile, pertanto, se io volessi attribuire al numero 18 la sfortuna potrei farlo poichè sarebbe una realtà del tutto soggettiva. Tutto ciò per dire che la quarantena sta facendo il suo decorso coerente, il delirium psicofisico è vicino o forse è già arrivato. Tuttavia lo sport non si ferma, gli allenamenti non si fermano, le challenge non si fermano e tanto meno la comunità del padel che ha realizzato un bellissimo video, incoraggiante ed entusiasmante per dire: #TODOSJUNTOSPODEMOS.

Carolina Orsi

Vedi il Video

#coronachallenge le sfide uniscono! #iorestoacasa

Al Via la Serie A 2020: Aniene, buona la prima!

Da sx Juan Restivo, Michele Bruno, Martin Di Nenno, Alessandro Di Bella (dirigente), Mathias Nicoletti, Carolina Orsi, Giovanni Ticca (capitano), Emanuele Fanti, Saverio Palmieri, Emily Stellato

Il campionato nazionale di Serie A è cominciato! Domenica 1 marzo la squadra campione in carica, il Circolo Canottieri Aniene, ha sconfitto per 3-1 il Circolo Canottieri Roma. Vincono i giallo-blu capitanati da Giovanni Ticca che schiera in campo: Bruno/Di Nenno, Nicoletti/Palmieri, Fanti/Restivo e Orsi/Stellato. Peccato per la sconfitta della coppia italiana Orsi/Stellato che disputano un’ottima partita, portando al terzo set la numero 12 del mondo Delfina Brea e Giulia Sussarello. Primi tre punti importanti per il Circolo Canottieri Aniene che inizia bene il suo percorso nel campionato. Prossimo appuntamento domenica 8 marzo con la squadra torinese del Club Monviso. A seguire i risultati delle altre squadre. La partita del Girone A tra Misano e Monviso non è stata giocata a causa delle restrizioni dovute al Corona Virus.

Ecco i risultati delle partite tra il Circolo Canottieri Aniene e il Circolo Canottieri Roma:

Prossimo Appuntamento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Instagram